Paris, la città dell'amore o del lassez faire?

Buongiorno mie care, come state?
Io sono appena tornata da un viaggio che mi ha un po' deluso, ovvero quello a Parigi, la città di cui tutti (almeno così sembra) sono innamorati, tutti ti dicono che è meravigliosa, ma pochi ti dicono i reali problemi della città, perciò ho deciso di parlare sia dei Pro, che dei Contro di Parigi.
Una delle cose negative di Parigi sono assolutamente: la quantità smisurata di famiglie siriane, con bambini piccoli, abbandonate a sé stesse, buttate in mezzo alla strada, senza aiuti da parte dello Stato, la facilità nel trovare alcool (che viene venduto in mezzo alla strada a minorenni, senza controllo e ad un prezzo bassissimo) e droga, non sarà difficile infatti trovare gente strafatta camminare in mezzo alla strada o in metro sopratutto nella zona poco fuori il centro come il Moulin Rouge, quindi un consiglio spassionato, da una che si è trovata in una brutta situazione che non racconterò, dopo che il sole cala non andate in quella zona, fermatevi a Mont Matre.
Ah un` ultima cosa se andate a Parigi imparate il francese perché l'inglese o non lo capiscono o non lo vogliono parlare.
Ora passiamo alle cose belle: la parte che ho amato di più di Parigi è assurdamente L'Ilé de la citè, ovvero la zona di Notre Dame e della Sacra Cappella, che merita di essere visitata, il biglietto per la seconda costa 10 euro (se hai meno di 26 anni e sei un cittadino europeo non paghi), ma li merita tutti, resterete estasiati dalla maestosità delle sue vetrate.
Sempre in questa zona c'è il quartiere latino, pieno di posti carinissimi e buonissimi in cui mangiare, c'è davvero di tutto, dall'Indiano, al thailandese, le brasserie e i ristoranti greci, davvero di tutto, sicuramente troverete il ristorante giusto per voi.
Io vi consiglio caldamente il ristorante indiano e mi raccomando chiedete "una caraffa" d'acqua se non volete lasciargli un mutuo!
La seconda cosa che ho amato di più è la terrazza del Trocadero, costruito per un'esposizione universale, è il punto d'osservazione migliore per vedere lo spettacolo di luci della Tour Eiffel, fidati se non vi piace quella grande torre da lì, la amerete.
Per quanto riguarda i musei io vi consiglio di dedicare una giornata al Louvre e non solo per la Gioconda, ma per tutte le opere che ci sono, il biglietto costa 17 euro ed è gratuito per tutti i minori di 26 anni provenienti da paesi dell'EU, le audioguide invece 5 euro per tutti.
Nonostante sia pieno di opere d'arte provenienti dall'Italia è assolutamente il gioiello di Parigi, soprattutto per la Gioconda, un'emozione assurda ammirarla, è davvero un quadro meraviglioso, vi ricordo che nel museo del Louvre sono presenti numerosi quadri di Caravaggio, opere scultoree come La Venere di Milo e il più grande museo egizio europeo.
Una volta usciti dal Louvre perdetevi nei giardini che troverete di fronte a voi e se avete voglia di una passeggiata proseguendo sempre dritto arriverete all'Arc de Triomphe.
La quarta zona di Parigi che ho visitato è Mont Matre, dove c'è il Sacro Cuore e il quartiere degli artisti di strada, non è consigliabile mettere i tacchi, ma male che va potete prendere la funivia, però dovete assolutamente entrare dentro al sacro cuore.
Vi consiglio di mangiare una gallet (crepes salata) e di perdervi tra i vicoletti del quartiere degli artisti di strada.
Per oggi mi fermo qui con il racconto e i consigli, vi aspetto per la seconda e ultima parte, seguitemi su Instagram per vedere tutte le foto❤️

Un bacio,
Flavia

Commenti

Post popolari in questo blog

SONO TORNATA

Giusto un poco di casino, questo è ROCK PER UN BAMBINO!

Verona mi hai rubato il cuore ❤️