Verona mi hai rubato il cuore ❤️


Buongiorno ragazze,
Sono finalmente tornata a scrivere di un mio viaggio, forse uno dei più belli che abbia fatto questa estate, breve, ma assolutamente intenso, un viaggio ricco di prime volte, ma un passo alla volta e vi racconto tutto.
È bene iniziare dicendo che questo viaggio è stato fatto il 12.08.2018 insieme al mio ragazzo, la destinazione era Verona e poi successivamente il Lago di Garda, precisamente a Desenzano.
Non era la prima volta che partivamo solo io e lui, ma era la prima volta che lo facevamo con la macchina, tra l'altro non nostra, il che ha contribuito alla mia solita ansia pre partenza.. Il punto di partenza di questo nostro meraviglioso viaggio era Cassano d'Adda un paesino della provincia milanese, da lì ci siamo fatti 126 km di autostrada e indovinate un po' chi guidava per la prima volta in autostrada? Io ovviamente!
Vi lascio immaginare quanto ero tesa, ma poi tra una canzone urlata a squarciagola, la sua mano sulla mia mentre cambiavo marcia e qualche risata siamo arrivati vivi e felici a Verona.
Che dire di questa città? Mi ha rubato il cuore, davvero, spero di tornarci presto, ci ero stata da piccola e non la ricordavo così carina, sarà che quando la vidi quella volta pioveva ed ero con i miei, sarà che lui rende tutto più bello, non lo so, fatto sta che ci ho lasciato un pezzetto di cuore.
Molti penseranno che la parte che ho amato di più di questa città sia la Casa di Giulietta, ma la verità è che, nonostante sia il luogo simbolico di Verona, non è quello che mi ha rubato il cuore, per carità è un luogo meraviglioso, ma troppo turistico per i miei gusti, bensì la parte che ho amato sono state le stradine strette, le mura gialle o rosa dei palazzi, i terrazzini piccolissimi pieni di piante e fiori, i negozietti di spezie e i ristorantini con i tavolini fuori, le piazze interne come Piazza delle Erbe o quelle segrete come Piazza Dante, ma soprattutto il ponte che ti permette di godere di una vista mozzafiato.
La cosa bella di Verona è che si può girare a piedi, tanto che, appena arrivati, abbiamo parcheggiato la macchina e siamo andati verso il centro, camminando per quasi 2 ore, dimenticandoci totalmente dove l'avevamo messa, il panico ragazze!
Un consiglio che mi sento di darvi è quello di non arrivare alle mura, ma di parcheggiare al vicinissimo parcheggio custodito "il centro", è stata la nostra fortuna e per questo devo ringraziare la dolcissima receptionist dell'hotel dove abbiamo soggiornato il SHG HOTEL VERONA (anche questo consigliatissimo!), se non ricordo male il parcheggio si paga 1€ l'ora per un massimo di 10€ ed è al coperto.
Se vi trovate a Verona per ora di cena mi sento di consigliarvi un locale che si trova dietro piazza delle Erbe, più precisamente a piazza Dante, il nome del locale è "Osteria Macafame", è un localino piccolino e accogliente, con la possibilità in estate, di mangiare all'aperto, il punto forte di questa osteria oltre al cibo di cui vi parlo in seguito sono i camerieri, davvero eccezionali, si vede che amano il loro lavoro e infatti ci hanno spiegato ogni singolo piatto con molta passione, cosa che io e il mio ragazzo abbiamo apprezzato moltissimo! I piatti di questa osteria sono ottimi, offre una vasta scelta di primi e secondi di carne, anche con piatti molto tipici, vi dico che io ancora mi sogno i miei tortellini all'amarone (vi lascio foto sotto) e i prezzi sono assolutamente perfetti per la qualità del servizio che offre.
Subito dopo la cena lasciatevi guidare dallo sciame di persone, prendetevi un bubble tea (vi consiglio mango e maraguia) e fermatevi un attimo ad osservare la bellezza dell'Arena di notte e se vi dice bene potrete ascoltare qualche opera lirica seduti sulle panchine.
Io mi sono innamorata letteralmente di questi piccoli dettagli di Verona, perché alla fine sono questi che colpiscono.
E voi? Siete mai state a Verona?
Fatemi sapere ❤️❤️

Commenti

Post popolari in questo blog

SONO TORNATA

Giusto un poco di casino, questo è ROCK PER UN BAMBINO!